domenica 18 novembre 2012

6 domande ai candidati



Scienza e società. Se è vero che la scienza è cultura e che alla base di progresso e innovazione ci sono anche politiche lungimiranti che promuovono e valorizzano il progresso scientifico e le sue applicazioni tecnologiche, è importante stabilire finalmente un dialogo aperto tra scienziati, politici e cittadini. Ma nei recenti confronti dei candidati alle primarie del centrosinistra sulla ricerca si è ampiamente sorvolato. Ed ecco perché scienziati, giornalisti, blogger e appassionati di scienza si sono mossi creando uno spazio di dialogo e confronto raccogliendo infine 6 domande da rivolgere ai candidati. L'iniziativa si è svolta tramite la pagina su Facebook dibattito scienza gestita da Moreno Colaiovo e la trovate anche su Twitter (#dibattitoscienza#primarieCSX)

Le sei domande 

1. Quali politiche intende perseguire per il rilancio della ricerca in Italia, sia di base sia applicata, e quali provvedimenti concreti intende promuovere a favore dei ricercatori più giovani? 

2. Quali misure adotterà per la messa in sicurezza del territorio nazionale dal punto di vista sismico e idrogeologico? 

3. Qual è la sua posizione sul cambiamento climatico e quali politiche energetiche si propone di mettere in campo? 

4. Quali politiche intende adottare in materia di fecondazione assistita e testamento biologico? In particolare, qual è la sua posizione sulla legge 40? 

5. Quali politiche intende adottare per la sperimentazione pubblica in pieno campo di OGM e per l’etichettatura anche di latte, carni e formaggi derivati da animali nutriti con mangimi OGM? 

6. Qual è la sua posizione in merito alle medicine alternative, in particolare per quel che riguarda il rimborso di queste terapie da parte del SSN?

Nessun commento: