giovedì 20 ottobre 2011

Senza lasciar traccia...

(Cortesia: Eli Sprecher)
Cancellando le impronte digitali

Sarebbe un intreccio degno di Agatha Christie: la donna è apparentemente una normale viaggiatrice, forse una turista, e scesa dall’aereo sta seguendo le normali procedure per entrare negli Stati Uniti: passaporto, scansione della retina, impronte digitali. È a questo punto che la polizia interviene: questa donna è sospetta. Peggio, non è possibile rilevarne le impronte digitali. Peggio ancora: questa donna non ha le impronte digitali. Colpo di scena: questa donna esiste realmente e non è il frutto della fantasia di nessun scrittore.

Continua su QuarantadueInserisci link

Nessun commento: