venerdì 21 gennaio 2011

Sgocciolamenti



Si e' vero sembra che me la stia prendendo comoda. Ma se è un mese buono che non aggiorno questo spazio non è perché mi stia facendo una lunga vacanza invernale. All'inizio è stato come un rubinetto che perde una goccia ogni tanto. Poi un po' di più. Un ticchettio continuo. Goccia a goccia mi sono resa conto che sto rubinetto andava cambiato ovvero, tradotto, sono in fase di manutenzione-resettaggio-riorganizzazione-incubazione -delirio urlante-autismo compiaciuto-in overdose da Käsekuchen- che tradotto significa: non tira aria ma siamo ottimisti. E infatti come segno di buono auspicio pochi giorni fa dalla mia borsa è sbucata una chiave sciolta (tralasciamo per il momento il mio rapporto con le chiavi, con calma un'altra volta magari) della quale dicevo ignoro assolutamente la provenienza, figuriamoci cosa mai possa andare ad aprire, ma è così che si fa nella ricerca no? (o è il contrario?) bah!
A ogni modo se non mi trovate è perché sono al momento intenta a seguire qualcosa...

A quel tempo danzavano per le strade come pazzi, e io li seguivo a fatica come ho fatto tutta la vita con le persone che mi interessano, perché le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità m...a bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno “Oooooh!”.

Jack Kerouac, Sulla strada

Nessun commento: