giovedì 9 luglio 2009

Pina Bausch



Non sono proprio riuscita a parlarne subito. La scomparsa di Pina Bausch mi ha lasciata senza fiato. Ho subito pensato a Cafe' Muller , ho pensato a quanto ha significato e continuerà a significare per la danza contemporanea e il teatro-danza che lei, di fatto, rappresenta. Sono rimasta frastornata ripensando a tutte le volte che ho rivisto i suoi video cercando ispirazione, per imparare, per provare o semplicemente per gratificare il mio sguardo e il mio spirito. Mi è anche tornata in mente la bella mostra che avevano fatto a Milano nel 2006 su lei e Isadora Duncan e a come in quell'occasione avessi patito la rarità dell'evento. 
Il suo ultimo spettacolo Bamboo Blues è andato in scena in prima internazionale al festival di Spoleto dal 4 al 6 Luglio. E una cosa che mi ha reso ancora più triste è stato vedere come i media abbiano dato alla notizia così poco spazio, come questa sia scivolata via in sordina in un tempo rapidissimo e desolante. Certo le notizie invecchiano in fretta, ma la cultura forse un po' meno...

Nessun commento: