venerdì 20 marzo 2009

In chi vi siete imbattuti?



Sono una nomade c'è poco da fare, ce l'ho dentro, nel midollo, in qualche angolo consunto del mio essere ci deve essere una scritta sbiadita e poco leggibile che lo dice. Da anni non dormo più di sette giorni di fila nello stesso posto, ho cambiato un sacco di case, città, da qualche hanno anche Paese, e per quanto sia una specialista del bagaglio alla fine ho sempre un sacco di cose. Dovrei (vorrei) viaggiare con bauli, carrozze e caravan come le antiche compagnie teatrali sempre in movimento da un posto all'altro, loro però si arrangiavano facendo turneé e spettacoli, io mi arrangio e basta, che è pure quella un'arte.
Ad ogni modo, faccio la ricercatrice ("neuroscienziata" pare dovrei chiamarmi), amo e pratico il teatrodanza da una decina d'anni e studio flamenco, dovrei anzi specificare che scienza e danza sono andate sempre di paripasso. Scribacchio qua e là - non ne posso fare a meno - e ho alle spalle anni di volontariato nella Croce Rossa Italiana soprattutto come facilitatrice e istruttore di diritto internazionale umanitario. Sono svampita, golosa, pigra, presente i vizi capitali?

E poi adoro le liste, il susseguirsi di rimandi e associazioni senza filtri, "parole in libertà" che colano direttamente dalla testa nella penna - o cadono sui tasti - e dopo ci si sente più leggeri. Insomma, un pretesto per dirvi qualcosa in più di me ...

... e una valigia sempre da fare, Volver, Hitchcock, le mollette di legno per appendere i panni, i post-it sparsi ovunque, sweet dreems cantata da Marilyn Manson, le foto di quando ero piccola, il mio trullo diroccato in campagna, le patatine fritte, Kill Bill, Almodovar, Siviglia, Shining, la cioccolata di Cesare, il cielo di Trieste, flamenco, le prove prima di uno spettacolo, il bianco e nero, 2046, Le cosmicomiche, Il profumo, die fleischkäse, le neuroscienze, Lo zibaldone, Chi ha incastrato Roger Rabbit? sguardi d'intesa, maionese al curry, il mare della Grecia, fogli e libri sparsi sul pavimento, appoggiare l'orecchio sul petto di mia madre e ascoltarne il battito, l'odore del porto vecchio di Taranto, Prima che sia notte, GoTan Project, le bolle di sapone, Le fate ignoranti, Novecento, il bicchiere che cade senza rompersi, Parigi, lavagna e gesso, il cioccolato amaro, il nero, il teatro-danza, Borges, il laboratorio quando si rimane soli la sera, white-russian, il mio Rocky, il Carso quando soffia la bora, Anais Nin, camminare a piedi nudi, il Lago Maggiore in primavera, 4:48 Psychosis, l'odore della pioggia, Franco Battiato, l'odore di Cacio e le sue smorfie, Fosca, Memorie di una ragazza perbene, Il nome della rosa, L'Inferno di Dante, l'ultima sigaretta, il primo esperimento, Eva contro Eva, Pina Bausch, il cielo quando divenne giallo all'alba, le fossette di mia sorella, il sorriso di mia nipote, l'incenso, Il postino, il panino dell'Unto, La leggenda del pianista sull'oceano, La casa dell'incesto, Magritte, Ritratto di Dora Maar con le unghie verdi, Afrodita, Woody Allen, gli appunti durante un esperimento, Ossi di seppia, le nuvole...

1 commento:

Enrico ha detto...

.......in poche parole......la vita e l'Ammmmore!!!
......credo....