martedì 24 marzo 2009

Immagini da lontano



Da non perdere, dal 23 al 29 marzo a Milano, un festival molto stimolante ci riserva appuntamenti di respiro internazionale. Non è solo cinema, e non si tratta dei soliti pretesti per richiamare qualcosa di esotico. Oltre alla rassegna cinematografica, una serie di mostre fotografiche, laboratori e incontri (qui il programma) faranno calare i visitatori nel fermento culturale di luoghi lontani(?), nuove suggestioni per entrare in Africa, Asia e America Latina. Nel Festival Center ci sarà inoltre uno spazio dove fermarsi dalle 17.00 a sorseggiare diversi tipi di the, mentre dalle 18.30 l'etno-bar diventa il luogo dell'aperitivo e dell'incontro con artisti. Sono curiosissima.

venerdì 20 marzo 2009

In chi vi siete imbattuti?



Sono una nomade c'è poco da fare, ce l'ho dentro, nel midollo, in qualche angolo consunto del mio essere ci deve essere una scritta sbiadita e poco leggibile che lo dice. Da anni non dormo più di sette giorni di fila nello stesso posto, ho cambiato un sacco di case, città, da qualche hanno anche Paese, e per quanto sia una specialista del bagaglio alla fine ho sempre un sacco di cose. Dovrei (vorrei) viaggiare con bauli, carrozze e caravan come le antiche compagnie teatrali sempre in movimento da un posto all'altro, loro però si arrangiavano facendo turneé e spettacoli, io mi arrangio e basta, che è pure quella un'arte.
Ad ogni modo, faccio la ricercatrice ("neuroscienziata" pare dovrei chiamarmi), amo e pratico il teatrodanza da una decina d'anni e studio flamenco, dovrei anzi specificare che scienza e danza sono andate sempre di paripasso. Scribacchio qua e là - non ne posso fare a meno - e ho alle spalle anni di volontariato nella Croce Rossa Italiana soprattutto come facilitatrice e istruttore di diritto internazionale umanitario. Sono svampita, golosa, pigra, presente i vizi capitali?

E poi adoro le liste, il susseguirsi di rimandi e associazioni senza filtri, "parole in libertà" che colano direttamente dalla testa nella penna - o cadono sui tasti - e dopo ci si sente più leggeri. Insomma, un pretesto per dirvi qualcosa in più di me ...

... e una valigia sempre da fare, Volver, Hitchcock, le mollette di legno per appendere i panni, i post-it sparsi ovunque, sweet dreems cantata da Marilyn Manson, le foto di quando ero piccola, il mio trullo diroccato in campagna, le patatine fritte, Kill Bill, Almodovar, Siviglia, Shining, la cioccolata di Cesare, il cielo di Trieste, flamenco, le prove prima di uno spettacolo, il bianco e nero, 2046, Le cosmicomiche, Il profumo, die fleischkäse, le neuroscienze, Lo zibaldone, Chi ha incastrato Roger Rabbit? sguardi d'intesa, maionese al curry, il mare della Grecia, fogli e libri sparsi sul pavimento, appoggiare l'orecchio sul petto di mia madre e ascoltarne il battito, l'odore del porto vecchio di Taranto, Prima che sia notte, GoTan Project, le bolle di sapone, Le fate ignoranti, Novecento, il bicchiere che cade senza rompersi, Parigi, lavagna e gesso, il cioccolato amaro, il nero, il teatro-danza, Borges, il laboratorio quando si rimane soli la sera, white-russian, il mio Rocky, il Carso quando soffia la bora, Anais Nin, camminare a piedi nudi, il Lago Maggiore in primavera, 4:48 Psychosis, l'odore della pioggia, Franco Battiato, l'odore di Cacio e le sue smorfie, Fosca, Memorie di una ragazza perbene, Il nome della rosa, L'Inferno di Dante, l'ultima sigaretta, il primo esperimento, Eva contro Eva, Pina Bausch, il cielo quando divenne giallo all'alba, le fossette di mia sorella, il sorriso di mia nipote, l'incenso, Il postino, il panino dell'Unto, La leggenda del pianista sull'oceano, La casa dell'incesto, Magritte, Ritratto di Dora Maar con le unghie verdi, Afrodita, Woody Allen, gli appunti durante un esperimento, Ossi di seppia, le nuvole...

mercoledì 18 marzo 2009

Per scacciare la paura



Questa mattina è in corso a Roma, con inizio alle 10.30 al Teatro Ambra Jovinelli, la presentazione alla stampa della campagna Non aver paura, apriti agli altri, apri ai diritti. E' una campagna nazionale contro il razzismo e la paura dell'altro, il diverso, promossa da 26 organizzazioni tra cui l'Alto Commisariato Onu per i Rifugiati (UNHCR). La campagna si propone di sensibilazzare la popolazione, gli enti pubblici e i mass media al rispetto dell'altro contro l'indifferenza e la chiusura a ciò che si discosta dai nostri schemi abituali.
Agli enti pubblici che aderiranno all'iniziativa verrà proposto di sottoscrivere una carta di intenti affinchè mettano in pratica con AZIONI e una condotta differente questi propositi impegnandosi a “spezzare il corto circuito creato da paura, razzismo e xenofobia, evitando di creare allarmi ingiustificati e di far ricorso a pericolose generalizzazioni…”. Verrà inoltre chiesto ai mass media e a tutti coloro che lavorano nell'ambito della comunicazione di attenersi alla Carta di Roma. Si tratta di un codice deontologico approvato lo scorso autunno su proposta di Laura Boldrini, portavoce dell'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati, al quale devono attenersi i giornalisti nel momento in cui vanno a trattare temi legati all'immigrazione, e in tutti i casi in cui si parli di rifugiati, richiedenti asilo e immigrati. L'obiettivo è quello di evitare manipolazioni mediatiche delle informazioni e la diffusione di informazioni fuorvianti o parziali che possano indurre alla xenofobia e all'intolleranza.

lunedì 16 marzo 2009

Settimana del cervello



Oggi si è aperta ufficialmente la settimana del cervello, un'occasione di incontro e confronto sulle neuroscienze. Nella moltitudine di eventi organizzati per l'occasione particolarmente gustosi i programmi di Torino dove si percorreranno le vie di arte, letteratura e neuroscienze e di Trieste dove alcuni degli appuntamenti potranno essere seguiti sorseggiando un caffè nella cornice dello storico Caffè S. Marco.

venerdì 13 marzo 2009

Suggestioni

Per la festa della donna ho ricevuto tra i vari auguri una mail con questa poesia. A volte le parole di cui più abbiamo bisogno ci arrivano in modo del tutto inaspettato e si nascono dove non guardiamo mai.

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni
però ciò che è importante è non cambiare,
la tua forza, la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c'è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c'è un'altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva. Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arruginisca il ferro che c'è in te.
fai in modo che invece che compassione ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!

(Madre Teresa di Calcutta)